OpenLavoro
 

Istituito il Reddito di inclusione (ReI)

Rei

In attuazione della legge delega 15 marzo 2017, n. 33, è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 240 del 13 ottobre 2017, il Decreto Legislativo 15 settembre 2017, n. 147, contenente le disposizioni per l’introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà.

Il Decreto istituisce, a decorrere dal 1° gennaio 2018, il Reddito di inclusione (ReI), quale misura unica a livello nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica.

 Il REI si compone di due parti:

  • un beneficio economico, pari, su base annua, al valore di euro 3.000 moltiplicato per il parametro della scala di equivalenza corrispondente alla specifica composizione del nucleo familiare, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI);
  • un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune.

Il REI non rappresenta una misura assistenzialistica, un beneficio economico passivo, in quanto al nucleo familiare beneficiario è richiesto un impegno ad attivarsi, sulla base di un progetto personalizzato condiviso con i servizi territoriali, che accompagni il nucleo verso l’autonomia.

Il beneficio economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo. I beneficiari sono infatti, individuati sulla base dell’ISEE e delle sue componenti reddituali e patrimoniali.

Il Rei viene concesso per un periodo massimo di 18 mesi e, se necessario, potrà essere rinnovato per ulteriori 12 mesi. In tal caso, la richiesta di rinnovo potrà essere inoltrata non prima di 6 mesi dall'erogazione dell'ultima mensilità.

Il ReI verrà erogato dal 1° gennaio 2018 e sostituirà il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione). 

 

Tags: ammortizzatori sociali

Focus lavoro

Ferie non godute
Quante ferie spettano per legge al lavoratore ed entro quanto tempo vanno godute? Si può rinunciare alle ferie e farsele pagare? Cosa succede i...
Lavoro dei minori e animatori minorenni
A che età il minore può iniziare a lavorare? Quali sono le condizioni per il lavoro dei minorenni? Per il minore che vuole lavorare come animat...
Rinuncia del calciatore alla retribuzione e obblighi contributivi e documentali
Rinuncia alla retribuzione e alla contribuzione: la rinuncia del calciatore o del tecnico alle retribuzioni al fine di svincolarsi rapidamente e tr...
Il rapporto tra la società e il suo amministratore
Come si qualifica il rapporto tra la società per azioni ed il suo amministratore? Si parla di lavoro parasubordinato od autonomo? Ci sono limit...
Ferie non godute
Ferie non godute
Lavoro dei minori e animatori minorenni
Lavoro dei minori e animatori minorenni
Rinuncia del calciatore alla retribuzione e obblighi contributivi e documentali
Rinuncia del calciatore alla retribuzione e obblighi contributivi e documentali
Il rapporto tra la società e il suo amministratore
Il rapporto tra la società e il suo amministratore

Questo sito utilizza cookie tecnici. Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie. Per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.